asgard Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

Come diventare cittadino di Asgardia, la prima nazione spaziale

Un’azienda russa è pronta a compiere il primo passo verso la nascita di Asgardia: mandare in orbita un satellite con i dati dei primi iscritti

In un mondo instabile, martoriato da guerre e attacchi terroristici, chi non vorrebbe scappare via. Magari su un altro pianeta, dove regna pace e amore. Una di queste persone è il russo Igor Ashurbeyli, un informatico e padre di Asgardia, un’azienda che persegue come obiettivo finale la creazione di una Nazione nello spazio.

Lo scienziato spera, infatti, di realizzare il suo sogno: popolare Asgardia con migliaia di cittadini, i quali si chiameranno asgardiani. Come spiega lo stesso Ashurbeyli, Asgardia sarà un “pianeta” governato da regole diverse da quelle applicate sulla Terra. Non ci saranno conflitti, ma solo pace. Nell’attesa però di portare avanti questo progetto, che ad alcuni può sembrare fantasioso, l’informatico russo ha annunciato che è pronto a lanciare un primo satellite nello spazio. Un piccolo passo verso la prima Nazione spaziale. A cosa servirà il satellite? A salvare i dati personali di centinaia di migliaia di cittadini.

I dati salvati nello spazio

Asgardia-1, questo il nome del piccolo satellite, sarà spedito in orbita il prossimo settembre. Il “corpo celeste” meccanico verrà utilizzato per trasportare un’unità di memorizzazione di 512 GB che conterrà i dati degli asgardiani. Le informazioni digitali spaziali potranno essere caricate e scaricate attraverso la costellazione satellitare Globalstar. I primi 100.000 utenti che si registreranno avranno la possibilità di mandare tra le stelle circa 300 kilobytes di dati. Successivamente, Asgardia consentirà ad altre persone di archiviare in cielo i propri dati. Ben 400.000 asgardiani potranno salvare 200 kilobytes e poi un altro milione di cittadini di Asgardia sarà in grado di “lanciare” nello spazio altri 100 kilobytes.

Come diventare un asgardiano

Per diventare un asgardiano non dovete fare altro che iscrivervi alla “causa”. Basta andare sul sito internet di Asgardia. Forse se un giorno il progetto Igor Ashurbeyli, che per adesso sembra possibile solo al cinema, rappresenterà l’unico modo per scappare via dal caos di questo mondo.

Contenuti sponsorizzati